Chi siamo

REAMA, Rete per l’Empowerment e l’Auto Mutuo Aiuto nasce dall’impegno di Fondazione Pangea Onlus nel voler mettere assieme le tante realtà che negli anni hanno collaborato in sinergia, per costruire una rete per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne e quella assistita e subita dai minori.

Per fare questo REAMA si avvale di una fitta rete di professioniste, centri antiviolenza, case rifugio, associazioni e realtà impegnate da anni su questo fronte. Due sono i nostri strumenti principali: uno  Sportello Antiviolenza on line che è possibile contattare inviando una mail a sportello@reamanetwork.org e Mia Economia – Sportello sulla violenza economica, che è possibile contattare inviando una mail a miaeconomia@reamanetwork.org . Mia Economia è il programma di REAMA per sostenere le donne che vivono o hanno vissuto una condizione di violenza economica. Lo sportello ti aiuta gratuitamente ad analizzare la situazione debitoria in cui ti trovi e, se possibile, a rinegoziare il debito insieme all’equipe di professioniste.

In un periodo in cui molti valori e conquiste sui diritti umani sono messi in discussione, pensiamo sia indispensabile unire le forze in una Rete che agisca con un respiro nazionale, dove nessuno perda la propria specificità, ma dove si condividano valori e azioni.
Un fare comune che ora vogliamo mettere a sistema, a partire dalla realizzazione di progetti, azioni di sensibilizzazioni e di advocacy a livello nazionale e internazionale. Tale rete sarà promossa da Pangea, assieme ad altre realtà, con l’obiettivo di formare e supportare le donne vittime di violenza per uscire dalla loro situazione e sostenere azioni di prevenzione tra le realtà della rete che lavorano sulla prevenzione della stessa.
Questo è il primo anello di Reama, la Rete per l’Empowerment e l’Auto Mutuo Aiuto.

Relazione esplicitamente violenta

Dalle risposte che hai dato sembra che la tua sia una relazione esplicitamente violenta.
La tua vita è in pericolo, la tua salute fisica e/o mentale può essere severamente compromessa. Non lasciare passare ancora del tempo: può essere fatale! Il rischio che tu sia aggredita ancora una volta é molto elevato. Devi urgentemente prendere provvedimenti per la salvaguardia della tua incolumità e ricevere immediatamente un aiuto specialistico.
Chiedi aiuto, racconta tutte le violenze che hai subito, non solo quelle fisiche, anche quelle psicologiche, verbali, sessuali.

Confrontati con coloro che hanno esperienza di violenza sulle donne scrivendo allo Sportello Antiviolenza online: sportello@reamanetwork.org , oppure chiama il 1522 – numero verde contro la violenza: ti sarà indicato il centro antiviolenza più vicino alla zona/città in cui vivi che potrà aiutarti a uscire da questa situazione.
Ricorda sempre che in caso di pericolo è fondamentale chiamare subito il 112. Racconta l’accaduto e chiedi aiuto!

Relazione definitivamente violenta

Dalle risposte che hai dato sembra che la tua sia una relazione definitivamente violenta.
Gli atti violenti nascono sulla base di qualsiasi pretesto e ogni volta con maggiore frequenza e intensità. Il rischio che questa situazione continui è alto. Speri ancora che le cose possano cambiare. Il tuo partner potrebbe farti pensare che tutto quel che succede è per colpa tua. Non è né giusto né normale che tutto ciò avvenga. Non sottovalutare la violenza, situazioni come queste che vanno avanti da molto tempo e continuano ad aumentare, non cesseranno mai.
Cerca aiuto subito.

Confrontati con coloro che hanno esperienza di violenza sulle donne scrivendo allo Sportello Antiviolenza online: sportello@reamanetwork.org , oppure chiama il 1522 – numero verde contro la violenza: ti sarà indicato il centro antiviolenza più vicino alla zona/città in cui vivi che potrà aiutarti a uscire da questa situazione.
Ricorda sempre che in caso di pericolo è fondamentale chiamare subito il 112. Racconta l’accaduto e chiedi aiuto!

Relazione violenta

Dalle risposte che hai dato sembra che la tua sia una relazione violenta.
È importante distinguere i conflitti dai comportamenti violenti. Il tuo compagno si sta comportando ogni volta con più aggressività per risolvere i conflitti e la tensione per te comincia ad accumularsi. Devi controllare la situazione con attenzione perché i segnali fanno pensare che la situazione non migliorerà in futuro. Non si devono giustificare i comportamenti che mortificano e provocano malessere. I momenti di aggressività e rabbia spesso sono seguiti da momenti di calma apparente, false riappacificazioni, che poi si ripetono nuovamente.
Meglio chiedere aiuto, non è possibile aspettare ancora.

Confrontati con coloro che hanno esperienza di violenza sulle donne scrivendo allo Sportello Antiviolenza online: sportello@reamanetwork.org , oppure chiama il 1522 – numero verde contro la violenza: ti sarà indicato il centro antiviolenza più vicino alla zona/città in cui vivi che potrà aiutarti a uscire da questa situazione.
Ricorda sempre che in caso di pericolo è fondamentale chiamare subito il 112. Racconta l’accaduto e chiedi aiuto!

Relazione con alcune conflittualità

Dalle risposte che hai dato sembra che la tua sia una relazione con alcune conflittualità.
Le discussioni o i problemi possono essere gestiti tra di voi. Le problematiche che presenta la tua relazione possono essere esterne alla coppia. È importante sviluppare capacità che possano aiutare a risolverli ma non sei all’interno di una relazione di violenza. Questo non significa che devi smettere di monitorare la tua relazione, parla con il tuo partner e non accettare nessun comportamento di prevaricazione, maltrattamento, svalorizzazione. Ciò non toglie che questi possono essere dei segnali di allarme di violenza.

Se non ti senti sicura confrontati con coloro che hanno esperienza di violenza sulle donne scrivendo allo Sportello Antiviolenza online: sportello@reamanetwork.org , oppure chiama il 1522 – numero verde contro la violenza: ti sarà indicato il centro antiviolenza più vicino alla zona/città in cui vivi che potrà aiutarti a uscire da questa situazione.
Ricorda sempre che in caso di pericolo è fondamentale chiamare subito il 112. Racconta l’accaduto e chiedi aiuto!