Presidio per Laura

Il 22 agosto del 2014 Laura viene uccisa dal padre mentre dormiva nel lettone con la sorella, mentre i suoi due fratelli erano nella stanza accanto. Aveva 12 anni e l’intento dell’uomo era quello di sterminare tutti e 4 i figli per vendicarsi della scelta della mamma di divorziare. Ha iniziato da Laura che prima di morire dissanguata ha trovato la forza di urlare, svegliando i due fratelli maggiori che sono riusciti a immobilizzarlo prima che uccidesse anche l’altra figlia. Dopo la condanna all’ergastolo in primo e in secondo grado, domani ci sarà la sentenza definitiva in Cassazione.
Per questo, insieme al Giardino Segreto e ad altre realtà impegnate nell’antiviolenza, abbiamo voluto organizzare un presidio raccolto e silenzioso, proprio all’ingresso della Cassazione, per dare sostegno alla mamma Giovanna, alla sorella e ai fratelli. #maipiùsole